Tour Cambogia Top

Viaggio completo in Cambogia alla scoperta dell’antico Regno dei Khmer

Impossibile sottrarsi al fascino maestoso di Angkor Wat, uno dei complessi archeologici più belli al mondo, simbolo indiscusso della Cambogia. Tuttavia il paese ha ancora molto da offrire, fra spiagge, isole, montagne selvagge e inesplorate, laghi e naturalmente le acque del grande fiume Mekong con i suoi straordinari e incontaminati paesaggi. Tutto questo è Cambogia!

Programma di viaggio 10 giorni / 09 notti”

GIORNO 1: ARRIVO – PHNOM PENH – CITY TOUR
Arrivo in aeroporto a Phom Penh con vostro volo, disbrigo delle formalità di frontiera ed incontro con la nostra guida locale per il trasferimento in hotel.
Ricordiamo che le camere saranno a vostra disposizione per il check-in dalle ore 14:00.
Pranzo in ristorante locale e visite della città di Phnom Penh con inclusi:
Palazzo Reale – il cui nome completo in khmer è Preah Barom Reachea Vaeng Chaktomuk, che comprende un complesso di edifici costruito nel 1866, è sempre stato abitato dalla dinastia reale e dalla corte eccetto durante il periodo del regime dei Khmer Rossi;
Pagoda d’Argento – Preah Vihear Preah Keo Morokat – che deve il suo nome alle 5.329 piastrelle d’argento che ne ricoprono il pavimento, è uno dei luoghi buddhisti più venerati della Cambogia nonché il tempio ufficiale del re;
Museo Nazionale – costruito tra il 1917 ed il 1920 in stile tradizionale khmer con elementi stilistici di influenza francese;
Monumento all’Indipendenza – costruito nel 1958 per celebrare l’indipendenza dalla Francia.
Cena libera e pernottamento in hotel.

GIORNO 2: PHNOM PENH E DINTORNI
Colazione in hotel e visita del Museo Tuol Sleng, questo sito è una ex-scuola superiore trasformata in carcere di sicurezza (il tristemente noto carcere S-21) durante il regime dei Khmer Rossi dal 1975 al 1979, in cambogiano tuol sleng significa “collina degli alberi velenosi”;
proseguimento per la visita del ex-campo di concentramento di Choeung Ek e oggi trasformato in un museo dove, tra il 1975 ed il 1978, più di 17.000 persone, tra cui anche molte donne e bambini, trovarono la morte.

Una visita molto forte ma importante ed istruttiva per perpetuare ai posteri la memoria del genocidio cambogiano operato dai Khmer Rossi contro il loro stesso popolo.

Sosta presso il Mercato Centrale, in cambogiano Psah Thom Thmey, costruito nel 1937 secondo i canoni della architettura Art déco, si possono trovare una infinità di prodotti da quelli di largo consumo, acquistati dalla popolazione, ai prodotti artigianali, ai souvenir, ecc…
È conosciuto anche come il “mercato russo” perché durante gli anni del regime dei Khmer Rossi si potevano acquistare prodotti prevalentemente di importazione sovietica.
Si prosegue per una escursione in barca sul fiume Mekong fino ad arrivare alla biforcazione chiamata Four Arms (Quattro Braccia) dove il Mekong si incontra con il Tonlé Sap.
La navigazione è fatta a bordo di una barca tradizionale in legno e si possono ammirare i paesaggi tipici della campagna cambogiana con abitazioni su palafitte, templi e pagode, persone al lavoro e a pesca sul fiume una delle principali fonti del paese.
Al termine della visita rientro in hotel a Phnom Penh.
Pranzo incluso durante la giornata, cena libera e pernottamento in hotel.

GIORNO 3 : PHNOM PENH – BATTAMBANG
Dopo la colazione in hotel partenza in auto lungo la Strada Nazionale Nr. 5 che costeggia il lago Tonle Sap.
Durante il tragitto sosta presso il villaggio Cham a minoranza musulmana, proseguimento per Phnom Oudong – fino al 1866 l’antica capitale della Cambogia, in seguito la corte venne trasferita a Phnom Penh dal re Norodom, salita a piedi fino a raggiungere la sommità della collina Phnom Preah dove si può visitare l’antico tempio con i suoi numerosi stupa.
Visita del Vihara of the 18-Cubit Buddha uno dei famosi stupa di Udong anche conosciuto come Vihear Preah Put Atharoes, danneggiato dai bombardamenti americani e dai Khmer Rossi nel 1977.
Proseguimento lungo la nazionale attraversando villaggi tipici e verdi risaie per arrivare a Kompong Chhnang, breve visita della città con inclusi un villaggio tipico di pescatori sul lago Tonle Sap ed un villaggio di produzione di terrecotte.
Nel pomeriggio proseguimento alla volta di Battambang via Pursat con una breve visita di quest’ultima.
Arrivo a Battambang nel tardo pomeriggio, sistemazione in hotel e tempo libero per un breve ristoro.
Pranzo incluso durante la giornata e cena libera
Pernottamento in hotel a Battambang.

GIORNO 4: BATAMBANG EXPLORATION
Colazione in hotel e visita di Battambang e dintorni dove si potrà scoprire la vita autentica delle campagne cambogiane, i villaggi, la gente i paesaggi.
Tra le varie visite soste presso un laboratorio artigianale di produzione di carta di riso, un laboratorio di tessitura ed una azienda di produzione di pasta di pesce molto popolare in tutte le cucine dei paesi del Sudest asiatico.
Si visita inoltre la prima azienda vinicola cambogiana, la Prasat Phnom Banan Vineyard dove si potrà scoprire come viene prodotto il vino in un clima tropicale, degustazione dei vini e proseguimento per il Prasat Phnom Banon la cui costruzione è stata iniziata dal re Udayadityavarman II (1050-1066) e completata sotto il regno di Jayavarman VII (1181-1218), si trova sulla sommità di una collina è composto da cinque torri di arenaria e laterite ed è considerato come una sorta di “prototipo” per la costruzione del più maestoso Angkor Wat, per raggiungere la cui sommità si dovranno salire oltre 350 scalini.
Si potrà provare il caratteristico treno di bambù attraversando un tratto di campagna intervallata da villaggi rurali e risaie e foreste di bambù.
Il treno è molto semplice e spartano, si tratta di una semplice piattaforma azionata da un motore ed è molto utilizzato dagli abitanti del luogo come mezzo di trasporto tra un villaggio e l’altro.
Il nostro percorso durerà circa 8 km fino alla stazione successiva.
Pranzo incluso durante la giornata e cena libera
Pernottamento in hotel a Battambang.

GIORNO 5: BATTAMBANG – SIEM REAP
Colazione in hotel e trasferimento al molo di imbarco sul fiume Sangker per una tranquilla navigazione verso il grande Lago Tonlé Sap.
La navigazione con il favore della corrente dura circa 6 ore.
In base al periodo dell’anno ed al livello delle acque del fiume, la navigazione potrà essere sostituita dal trasferimento via terra con mezzo privato.
Durante il tragitto si potranno osservare i caratteristici villaggi su palafitte, pagode, foreste di bambù, pescatori e bambini giocare lungo le sponde del fiume.
Soste per le visite del villaggio di pescatori di Bak Prea e della Chheu Khmau pagoda.
Pranzo al sacco a bordo e nel pomeriggio arrivo al villaggio di Preak Toal che si trova nel Lago Tonlé Sap.
Tonlé Sap in lingua khmer significa “Grande fiume dalle acque fresche” ma più comunemente tradotto come Grande Lago, è un sistema combinato tra lago e fiume di enorme importanza per la Cambogia.
È il più grande lago di acqua dolce del Sud-est asiatico ed è un punto ecologicamente unico tanto che è stato dichiarato Riserva della Biosfera dall’UNESCO nel 1997.
Si possono vedere caratteristici villaggi galleggianti ed ammirare le condizioni di vita tipiche di queste popolazioni che vivono di tutto ciò che offre loro il lago. Tutte le case sono galleggianti, così come la scuola e la chiesa, si possono vedere inoltre le varie coltivazioni ed allevamenti acquatici tra cui quello di coccodrilli.
Al termine della navigazione si sbarca presso il villaggio di Chong Khneas Village per poi proseguire in auto alla volta di Siem Reap per il trasferimento in hotel e la sistemazione nelle camere.
Cena libera e pernottamento in hotel a Siem Reap.

GIORNO 6 : SIEM REAP – ROLOUS GROUP E GRANDE CIRCUITO DI ANGKOR WAT
Colazione in hotel e inizio delle visite partendo dal Rolous Group:
Preah Ko – il primo tempio costruito ove sorgeva l’antica ed ormai scomparsa città di Hariharalaya (nella zona che oggi è chiamata appunto Roluos), situata a circa 15 chilometri a sud-est del principale gruppo di templi di Angkor. Il tempio fu costruito sotto il re cambogiano Indravarman I nell’anno 879 in onore ai membri della famiglia del re è dedicato inoltre alla divinità indù Shiva;
Bakong – è il primo tempio della serie “i templi della montagna” ossia ispirati nelle forme al sacro Monte Meru della religione indù. Edificato negli ultimi decenni del IX Secolo d.C. è servito come tempio di stato per re Indravarman I nella città di Hariharalayaand;
Lolei – è il tempio più settentrionale del Roluos Group risale alla fine del IX Secolo, è un tempio indù, è stato l’ultimo dei tre templi ad essere costruito come parte della città di Hariharalaya nell’anno 893, fu dedicato anch’esso a Shiva ed ai membri della famiglia reale.
Pranzo in ristorante locale e nel pomeriggio proseguimento delle visite ai templi del cosiddetto Grande Circuito di Angkor Wat che comprende:
East Mebon – costruito durante il regno del re Rajendravarman, sorge su quella che era un’isola artificiale al centro della ormai secco Baray Orientale. L’East Mebon è stato dedicato al dio indù Shiva ed ai genitori del re;
Neak Poan – “Il Serpente Intrecciato” è un’isola artificiale al centro del Preah Khan Baray, consiste in un tempio buddista a pianta circolare, costruito durante il regno del re Jayavarman VII, è il “Mebon” del Preah Khan Baray;
infine visita del Preah Khan – costruito nel XII Secolo per il re Jayavarman VII, è stato al centro di una notevole organizzazione religiosa ed amministrativa che contava quasi 100.000 tra funzionari e servi. Il tempio ha un design piatto, con un piano rettangolare ed una successione di gallerie intorno ad un santuario buddista il tutto circondato da una complicata serie di templi satellite indù e numerose aggiunte successive. Come il vicino Ta Prohm, il Preah Khan è stato lasciato in gran parte non restaurato, con numerosi alberi che ne avvolgono le rovine.
Cena libera e pernottamento in hotel.

meglio Cambogia viaggi

GIORNO 7: SIEM REAP – ANGKOR THOM E ANGKOR WAT
Colazione in hotel e visite partendo dalla magnifica città di Angkor Thom, si parte dalla Porta Sud per poi proseguire verso il Bayon – costruito tra la fine del XII Secolo e l’inizio del XIII come tempio buddista Mahayana dal re Jayavarman VII, il Bayon è esattamente al centro della capitale Angkor Thom e serviva come tempio di stato. Dopo la morte di Jayavarman è stato modificato e successivamente ampliato, venne usato come tempio indù e buddista Theravada in conformità con le preferenze religiose dei vari sovrani che si sono succeduti. La caratteristica più distintiva del Bayon è la moltitudine di grandi volti in pietra rappresentati sui quattro lati delle numerose torri che ne compongono la struttura centrale. Il tempio è noto anche per le due impressionante serie di bassorilievi, che presentano una singolare combinazione di personaggi mitologici, storici e scene di vita mondana della corte dell’epoca;
visita del Baphuon – costruito nella metà XI Secolo, è costruito su tre livelli ed appartiene alla serie dei templi della montagna, venne usato come tempio di stato dal re Udayadityavarman II ed è dedicato a Shiva, è diventato inoltre l’archetipo del cosiddetto stile Baphuon;
visita della Terrazza degli Elefanti e della Terrazza del Re Lebbroso ove la prima è parte della cinta muraria della città fortificata di Angkor Thom. Tale terrazza è stata utilizzata dal re Jayavarman VII come pulpito da cui assisteva al rientro in città del suo esercito vittorioso dopo battaglie e campagne militari. La seconda terrazza, quella detta del re lebbroso, è stata costruita in stile Bayon sotto Jayavarman VII, il suo nome attuale deriva da una scultura del XV Secolo, scoperta in questo sito. La statua raffigura il dio indù Yama, il dio della morte. Egli è stato chiamato il re lebbroso perché causa lo scoloramento ed il muschio cresciuto sulla statua ricordano l’aspetto di una persona afflitta dalla lebbra, un’altra versione narra la leggenda di un re khmer effettivamente afflitto da questa malattia.
Pranzo in ristorante locale e nel pomeriggio visita del magnifico tempio di Angkor Wat – costruito per il re Suryavarman II nei primi anni XII Secolo come tempio di stato e nuova capitale al posto di Angkor Thom. È il tempio meglio conservato di tutta l’area archeologica ed è l’unico ad essere rimasto un significativo centro religioso fin dalla sua fondazione, induista all’inizio e dedicato a Vishnu, per poi divenire sito buddista. Al centro del tempio si trovano cinque torri. Angkor Wat si compone di due principali caratteristiche dell’architettura cambogiana: il tempio della montagna che si erge all’interno di un fossato e che simboleggia il Monte Meru (la montagna degli dei nella religione indù, ed infatti il tempio è consacrato a Vishnu), e i successivi templi a galleria.
Al tramonto visita della collina Bakheng da dove si può osservare Angkor Wat avvolto dalla suggestiva luce del crepuscolo, visita del tempio Phnom Bakheng un tempio indù, costruito nella forma dei templi della montagna. Dedicato a Shiva, è stato costruito alla fine del IX Secolo, durante il regno del re Yasovarman. Costruito più di due secoli prima di Angkor Wat, Phnom Bakheng è stato il principale tempio di Angkor a quell’epoca, considerato il fulcro dell’antica capitale Yasodharapura costruita in seguito all’abbandono di Hariharalaya nei pressi dell’attuale Roluos Group.
Cena libera e pernottamento in hotel.

GIORNO 8: SIEM REAP EXPLORATION
Dopo la colazione in hotel intera giornata in escursione per la visita di Kbal Spean e Banteay Srei.
Kbal Spean, in khmer “Testa di Ponte”, è un sito archeologico situato alle pendici delle colline Kulen a circa 25 km da Siem Reap, è comunemente conosciuta come la valle dei 1000 Lingas ed è costituita da una serie di sculture in pietra scavate nel letto del Stung Kbal.
Proseguimento per il Banteay Srei – un tempio induista dedicato a Shiva, il nome significa “Il tempio delle donne”.
È stato costruito nel X Secolo la maggior parte del tempio è costruito in arenaria e le colonne e le pareti interne presentano un numero incredibile di accuratissime decorazioni ammirabili ancora oggi, al di fuori del tempio si possono osservare poche rovine di quella che doveva essere una piccola città sorta attorno al tempio di nome Isvarapura. Le piccole dimensioni rispetto agli altri templi angkor, i finissimi bassorilievi hanno reso il tempio estremamente popolare fra i cambogiani ed i turisti ed è soprannominato anche “gemma preziosa”o il “gioiello dell’arte khmer”.
Si prosegue con la visita del Srah Srang – uno degli enormi laghi artificiali detti baray che regolavano il flusso delle acque di irrigazione dei campi e di servizio per la città durante l’impero Khmer;
visita del Banteay Kdei – costruito alla fine del XII Secolo e l’inizio del XIII Secolo durante il regno di Jayavarman VII, si tratta di un tempio buddista nello stile Bayon, simile come pianta al Ta Prohm ed al Preah Khan, ma meno elaborata e più piccola. Le sue strutture sono contenute all’interno di due muri di recinzione, e consistono in due gallerie concentriche dal quale emergono le torri, preceduta a est da un chiostro.
Infine visita del Ta Prohm – Ta Prohm è il nome moderno di un tempio costruito in stile Bayon tra la fine del XII Secolo e l’inizio del XIII Secolo e originariamente chiamato Rajavihara, fondato dal re Khmer Jayavarman VII serviva anche come monastero buddista Mahayana e come università. A differenza della maggior parte dei templi di Angkor, il Ta Prohm è stato lasciato più o meno nello stesso stato in cui fu riscoperto. La fotogenia e la particolare atmosfera che circonda questo tempio, in combinazione con gli alberi secolari che ne avvolgono le rovine, ne hanno fatto uno dei templi più caratteristici e visitati di tutta la zona di Angkor; questo tempio è diventato molto conosciuto anche per essere stato il set naturale del film Tomb Raider.
Cena libera e pernottamento in hotel.

GIORNO 9: SIEM REAP – BENG MALEA – SIEM REAP
Colazione in hotel e partenza via terra alla volta del Distretto di Beng Malea.
Il villaggio di Beng Malea si trova ai piedi delle montagne Phnom Kulen a circa 40 Km. ad est di Angkor. Si percorre la strada che porta al grande Preah Khan costruito nel XII Secolo per il re Jayavarman VII, è stato al centro di una notevole organizzazione religiosa ed amministrativa che contava quasi 100.000 tra funzionari e servi. Il tempio ha un design piatto, con un piano rettangolare ed una successione di gallerie intorno ad un santuario buddista il tutto circondato da una complicata serie di templi satellite indù e numerose aggiunte successive.
Il Preah Khan è stato lasciato in gran parte non restaurato, con numerosi alberi che ne avvolgono le rovine. Si trova all’inizio di un grande canale navigabile che porta al Lago Tonlé Sap un tempo usato per trasportare i grandi blocchi di pietra usati per costruire i templi di Angkor.
Lungo il tragitto sosta per una visita nella giungla addentrandosi per circa 20 minuti alla ricerca dei monumenti perduti, tra cui Upaorng, Neak Ta e Thma Dop.
Il tour prosegue con la visita del tempio di Beng Mealea risalente al XII Secolo, è circondato da un fossato e le sue dimensioni sono simili a quelle di Angkor Wat ma è tutto avvolto dalla giungla ed ancora ampiamente non restaurato quindi lo si può osservare come è rimasto dal suo abbandono da parte dei khmer. Molte delle sculture sono state recentemente saccheggiate a causa dell’isolamento di questo sito rispetto al turismo di massa, ma ciò non toglie l’atmosfera.
Al termine della giornata rientro presso il vostro hotel di Siem Reap.
Pranzo incluso durante la giornata e cena libera, pernottamento in hotel.

GIORNO 10 : SIEM REAP – PARTENZA
Dopo la prima colazione in hotel visita del centro Les Artisans d’Angkor, caratteristico per la produzione di prodotti artigianali khmer.
Ricordiamo che le camere andranno rilasciate entro le ore 12:00.
Al termine delle visite trasferimento in aeroporto per la partenza con vostro volo.

Quota di partecipazione (cat. Easy / camera doppia / min. 2 partecipanti) da € 1.475

INCLUDE

tour della Cambogia su base privata come da programma;
date di partenza su richiesta;
trasferimenti e visite con mezzo privato più autista e aria condizionata;
tour con guida in inglese (guida in italiano con supplemento);
pernottamento in hotel nelle località menzionate dal programma;
mezza pensione con colazioni in hotel, pranzi in ristorante locale e cene libere non incluse (pensione completa su richiesta);
tasse di ingresso ai luoghi di visita menzionati nel programma;
pass di ingresso all’area archeologica di Angkor;
salviette rinfrescanti ed acqua minerale in auto durante le visite e gli spostamenti.

NON INCLUDE

quota di iscrizione/gestione pratica pari a € 40 a persona (include ass. medico/bagaglio base TO)
voli internazionali per e dalla Cambogia;
visto di ingresso (30 dollari a persona);
tasse internazionali in uscita dalla Cambogia;
bevande;
altri pasti non menzionati;
assicurazione;
spese personali;
mance e facchinaggi;
tutto quello non menzionato nel paragrafo “Include”.

Per maggiori informazioni o iscrizioni contattaci subito

visitare Cambogia